• cheratosi attiniche

    Le cheratosi solari ( o attiniche ), distinte dalle cheratosi seborroiche, non evolutive, sono il segno di un danno solare cumulativo.

    Colpiscono persone che, nel corso della loro vita, sono state a lungo esposte al sole.

    Frequenti nei lavoratori agricoli e nei marinai, sono parimenti frequenti nelle persone che per turismo si recano spesso nei paesi caldi, in particolare se  portatori di un fototipo chiaro. La loro importanza è la loro possibilità di degenerare, col tempo, in un Epitelioma spinocellulare.

    Pertanto è bene giungere ad una loro eliminazione. La crioterapia ( trattamento con azoto liquido ) è il trattamento di scelta. I retinoidi topici possono essere impiegati nella cura a lungo termine. L’Imiquiomod crema al 5% ha dimostrato la sua efficacia come pure, in casi selezionati, la terapia fotodinamica. Recente la introduzione dell’utilizzo del gel a base di ingenolo mebutato ( Picato ) che tende a bonificare la zona cutanea, utile in caso di cheratosi attiniche multiple.

    Naturalmente è essenziale la prevenzione, evitando di esporsi al sole nelle ore a rischio e mediante l’uso di indumenti e cappelli.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>